mercoledì 2 luglio 2014

Di assenze (in)calcolabili, prese mollate, ritorni inaspettati e altre storie...

Un po' a queste domande ho già risposto QUI

Ma per dirne un altro po': forse c'è che alcuni son fortunati e riescono a liberarsi della zavorra interiore indigeribile anche solo parlando, altri ancora non hanno zavorra interiore perché se la perdono per strada senza trattenerla, oppure la stoccano all'interno delle guance, tipo i criceti, almeno fintanto che riescono a passare dalle porte.
Io faccio parte di quelli che, o la scrivo da qualche parte, o col cavolo che me ne libero.
Perciò, dopo un tot che manco da questa dimensione indiscutibilmente congeniale a chi scrive per respirare meglio, comincio ad annaspare, a sentirmi pesante e torno.

Ma allora perché me ne sono andata?
Perché ci sono regole in ogni cosa, clichè, codici non scritti e etiche alle quali ti ritrovi a dover sottostare senza nemmeno essertene reso conto.
Un bel giorno scopri che anche il blog è diventato parte della zavorra di cui cercavi di liberarti attraverso il blog e cominci a sentirti un gatto che si morde la coda e ad annaspare più di prima.
Quasi all'improvviso realizzi che ciò che era uno sfogo e un piacere è diventato anch'esso fonte di aspettative immani ed è sconfinato paurosamente nella corsia dei "doveri", lasciando Guybrush Threepwood a zampettare da solo in cerca di un pollo di gomma nella corsia dei piaceri.
Ed è così che si abbandona la nave, si stacca la spina, ci si dà alla macchia, insomma, si molla la presa. O almeno è così che ho fatto io.
Ognuno è un mondo a sè, ognuno ha le sue ansie. Ciò che per qualcuno è un peso, per qualcun altro è assuefazione, ciò che per quel qualcuno è terminabile, per quell'altro è trasformabile...
La conclusione dell'argomento suppongo sia di far le cose che ci sentiamo di fare nel momento in cui ci sentiamo di farle.
Per me era decisamente il momento di tornare.



8 commenti:

  1. Segna promemoria se mai dovesse capitare ancora, in caso di gente che detta regole in casa tua (il blog) indicare la via con il dito mediano della mano, e in caso di ostinazione da parte loro utilizzare entrambi le dita di entrambe le mani ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ..a proposito di dito medio a quelli che "dettano le regole in casa tua".. se poi magari togli pure il captcha ogni volta che uno commenta fai un favore all'umanità.. tanto quale robot vuoi che stia qui a commentarti.. siamo già tanti robottini noi.. ahah..

      Elimina
    2. Allora... Io lo toglierei anche, per carità, ma la mia antica esperienza di blogger mi insegna che possono anche arrivare centinaia di spam in una volta sola. Ora, è vero che io prima avevo un dominio e non ero su una piattaforma tipo questa di blogspot, perciò non posso sapere se anche qui accada la stessa cosa. Desumo che a te questa cosa non succede... Ma se poi succede?! Mi ritroverò con centinaia di commenti spam da cancellare uno a uno (anche se a dire il vero non ho ancora capito se qui si possono cancellare i commenti...)

      Elimina
  2. Eh eh eh, grazie della dritta, ma trattavasi di contingenze indipendenti dai miei quanto mai cari frequentatori dell'ex blog... Forse, anzi, nessun forse, sicuramente erano maglie di una rete in cui mi ero ficcata da sola, patimenti che mi autoinfliggevo. A sto giro cercherò di prendermela più easy (take it easy uhhh uhhhhh uhhhh uhhh...) (era perché sto scrivendo da obsoleto cellulare che non mi permette di mettere link all'interno del commento (e da nessun'altra parte a dire il vero))

    RispondiElimina
  3. Gli spam mi arrivano, pochi per la verità, ma Blogspot è molto efficiente, li riconosce e li fa sparire in poco tempo.. per quanto mi riguarda, ho inibito solo gli Anonimi dopo qualche tentativo di volenterosa tolleranza andato a male... e mi spiace perché non tutti sono nocivi.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E via... Tolto anche il captcha e massima fiducia a blogspot come antispam :-)
      Per quanto riguarda gli anonomi, sto nella fase idilliaca del blogger appena nato: pochi commenti e buoni. La feccia della blogosfera è ancora ignara della mia esistenza e mi godo il momento :-D

      Elimina
  4. Non posso che dire bentornata, allora :)

    RispondiElimina

otatnemmoc reva rep eizarG